Vai al contenuto

Sphera

21 23 Giu.

Visioni circolari per il nostro futuro

sphera-2024-1-2

Il nuovo format della Fondazione Tones on the Stones si fonda sui principi nel New European Bauhaus Project che ripensa i nostri stili di vita per dare forma a futuri modi di vivere, rispondendo alle più ampie sfide attuali.

Un progetto ambientale, economico e culturale, voluto da Ursula Von Der Leyen, che mira a ridisegnare l’Europa e che nasce dalla volontà di rendere il Green Deal un’esperienza culturale, tangibile e condivisa dai cittadini europei con l’obiettivo di costruire insieme un nuovo futuro.

Questi principi hanno dato origine a Sphera, un evento di design per nuovi paradigmi, un acceleratore interdisciplinare che valorizzi le pratiche più visionarie contemporanee, progettando futuri modi di vivere, al crocevia tra arte, cultura, scienza e natura.

Si tratta di un progetto trasversale che ha a cuore la qualità della vita dei cittadini europei senza perdere di vista le innovazioni verdi e digitali. Un progetto di trasformazione che vuole ispirare comportamenti, cambiare pensieri e stili di vita considerando che ciò che oggi è definito «bello» non può prescindere dall’essere sostenibile, inclusivo, ecologico.

Per vivere appieno l’esperienza dei tre giorni di programmazione sarà disponibile area campeggio.
Sphera mette a disposizione anche un troverai la servizio di cibo etico firmato Wood*ing Wild Food Lab.

Programma

sphera-2024-yoga-mirage-1-3

17:00 - 19:30

Yoga Mirage

Pratica Meditazione Ispirazione con Marianne Mirage

Pulizia energetica: una pratica per lasciare andare le tensioni accumulate in città e per prepararsi ad elevare la vibrazione per l’inizio del festival. Nel 2020, in piena pandemia, Marianne Mirage è diventata insegnante di yoga e meditazione e arti olistiche. Ha fondato Yoga Mirage che unisce la musica alla pratica di yoga. ”Sex Yoga And Rock ‘n’ Roll” è il suo mantra e attraverso lo yoga ci insegna a conoscere ed apprezzare il concetto di “fare l’amore” con il nostro corpo. Ora Yoga Mirage arriva a Sphera per lasciare andare lo stress accumulato e ricaricarsi di energie positive.

Il necessario per l’attività:

  • Abbigliamento comodo
  • Tappetino per la pratica
  • Borraccia

Ritrovo a Tones Teatro Natura.
Per coloro che pernotteranno al campeggio l’attività prosegue al risveglio mattutino del sabato.
Prezzo comprensivo per le attività yoga dei due giorni.
In caso di maltempo la pratica si svolgerà presso il Foro Boario di Crodo.

sphera-2024-lezioni-di-meraviglia-dei-tlon-1-1

21:00

Prendila con filosofia. Come sopravvivere nell'era della performance?

TLON - Maura Gancitano e Andrea ColamediciTICKETS

Vincitori dell’Italian Podcast Awards, Maura Gancitano e Andrea Colamedici sono i fondatori di Tlon, un progetto di divulgazione culturale e filosofica che si manifesta in diverse forme. Vieni anche tu a imparare a sopravvivere!

“La frase “i giovani d’oggi non hanno voglia di lavorare” è spesso un modo sbrigativo per evitare di domandarsi perché con le nuove generazioni l’incantesimo del lavoro non funzioni più. Non si tratta di persone prive di etica lavorativa, etichettate rapidamente con l’infamante cliché della “pigrizia generazionale”. È necessario sfidare tali narrazioni, invitando a una riflessione più profonda sul ruolo del lavoro nella scala valoriale dei giovani, in un’epoca caratterizzata da profondi cambiamenti e incertezze.

Affronteremo il tema della disillusione e dell’angoscia che permeano le giovani generazioni, non solo come fenomeno isolato ma come sintomo di un malessere più ampio, radicato nelle precarie prospettive economiche, nella crisi ambientale incombente e nella sensazione pervasiva di incertezza verso il futuro. Esploreremo come, per la prima volta nella storia recente, ragazzi e ragazze si trovino di fronte alla prospettiva di una qualità di vita inferiore a quella dei loro genitori e nonni, in un rovesciamento sconcertante delle aspettative di progresso che ha accompagnato le generazioni precedenti.

La questione dell’ansia climatica verrà posta al centro di questa riflessione, collegando la preoccupazione per il futuro del pianeta alla riluttanza dei giovani a impegnarsi in modelli di lavoro tradizionali, che spesso appaiono in dissonanza con i valori di sostenibilità e responsabilità ambientale. Durante l’incontro cercheremo di delineare un nuovo paradigma per comprendere le aspirazioni lavorative dei giovani, evidenziando come il loro presunto disincanto sia, in realtà, un bisogno di ripensamento del lavoro non solo come fonte di sostentamento, ma soprattutto come portatore significato, contributo sociale e armonia con l’ambiente.”

Maura e Andrea

sphera-2024-marianne-mirage-1-1

22:30

Concerto di Marianne Mirage

TICKETS

Marianne Mirage è un’artista, cantautrice, musicista ed insegnate di arti olistiche. La sua formazione l’ha portata a esprimersi come cantautrice in italiano, francese ed inglese, dalle influenze del padre pittore, al precoce gusto per il blues, soul e per le grandi voci del jazz.

Si laurea in Lettere e Filosofia e prende una borsa di studio al Centro Sperimentale di Cinematografia come attrice. Dopo la gavetta viaggiando nei club di tutto il mondo Londra, Parigi, Berlino, Tokyo, Istanbul firma un contratto discografico con SugarMusic. È conosciuta per la hit radiofonica Le Canzoni Fanno Male, presentata al Festival di Sanremo 2017 è stata scritta e composta per Marianne Mirage da Francesco Bianconi (Baustelle). Un intenso tour l’ha vista aprire i concerti di importanti e diversi artisti quali Benjamin Clementine, Brunori Sas, Patty Pravo, Masego.

È stata l’artista che ha aperto i concerti italiani di Patti Smith. È stata la leggenda americana in persona a scegliere Marianne dopo averla vista in un video su youtube in cui cantava il gospel “Jesus Loves me” accompagnandosi alla chitarra, il suo strumento del quale non si separa mai. Di ritorno in Italia, Marianne Mirage ha scritto The Place canzone scritta, e cantata, realizzata su richiesta del regista Paolo Genovese per la colonna sonora del suo ultimo film, l’omonimo “The Place”, campione di incassi della stagione autunnale. Il brano da lei composto e cantato è stato nominato ai David di Donatello come miglior canzone originale, e in seguito ha vinto ai Nastri d’Argento.

Subito dopo il regista Pupi Avati ha scelto “Corri”, una canzone scritta e cantata da Marianne per il suo film “Il fulgore di Dony”. Nell’ottobre è uscito il suo ultimo disco per l’etichetta Sugar Music, “Vite Private” che vede la partecipazione di Marco Giallini nel corto realizzato da Fabio Resinaro “L’amore è finito”, lei stessa dice “è stato un onore lavorare con un grande mito del cinema italiano”. Un intenso tour l’ha vista passare per tutta l’italia con più di 30 date tra cui Santeria e Monk a Roma come opening del songwriter Tamino, molto stimato nel panorama internazionale. Nel 2020, in piena pandemia è diventata insegnante di yoga e meditazione ed arti olistiche. Ha fondato Yoga Mirage che unisce la musica alla pratica di yoga. Ne è scaturito un disco soprannominato “Mirage” che possiamo definire un viaggio sonoro che ti porta fuori dalla realtà.

sphera-2024-la-notte-delle-erbe-magiche-1-1

00:00 - 02:00 — ritrovo a Tones Teatro Natura alle 23:30

La notte delle erbe magiche

Con Valeria Mosca

Un corso speciale all’avvicinarsi di San Giovanni e fra le notti più corte dell’anno, quando la luce trionfa sul buio e quando le erbe cosiddette magiche raggiungono il massimo della loro potenza. In questo corso, unico nel suo genere, impareremo a riconoscere le erbe magiche, a preparare unguenti e amuleti di buona sorte e fortuna, impareremo a curarci con le erbe e apprenderemo i simbolismi legati a questa notte e a questi particolari vegetali! Pronti per una notte magica?!

Il necessario per la serata:

  • Torcia o frontalino (obbligatorio)
  • Scarpe comode da trekking
  • Kway
  • Borraccia

Ritrovo a Tones Teatro Natura.
In caso di maltempo l’attività verrà rinviata al mattino successivo, se il maltempo permane anche la mattina successiva l’attività sarà annullata.

La giornata di sabato si articola tra Workshop ed esperienze nella natura alla scoperta del territorio della Valle Ossola.

sphera-2024-apiario-del-benessere-1-1

10:00 - 14:00

Apiario del benessere

Rallenta, respira, ascolta, pensa.L’Aria dell’Alveare per il benessere di corpo e anima. L’Apiario del Benessere è un luogo emozionale all’interno del quale si svolgono varie attività con valenza salutare che hanno come denominatore le api, la loro conoscenza, l’utilizzo benefico, e l’interazione con l’uomo e il pianeta. Uno speciale allestimento consente all’aria dell’alveare di diffondersi all’interno dell’apiario permettendo di vedere da un punto di vista unico e privilegiato la vita all’interno dell’arnia. Lo spazio è stato ricavato all’interno dell’antica baita dove, da sempre, risiede il l’Apiario principale di Baceno in località “ai Ghebi”. Un’esperienza sensoriale unica in una struttura accogliente, immerso nel verde dei prati, circondato da alberi di tiglio e castagno e custodito dagli imponenti Monti Cervandone e Cistella. Tutti possono respirare l’aria dell’alveare: i più giovani, gli adulti, gli anziani. È l’antico segreto per ritrovare il benessere psico-fisico e ridurre lo stress.

L’esperienza

Osservazione dell’Apiario in sicurezza, con maschere di protezione viso fornite dagli operatori dell’Apicoltura. Incontro con l’Apicoltore: strumenti e attrezzature e le tipologie di arnia, analisi floristica del territorio e delle api al lavoro. Sarà possibile tenere sulle tue mani l’Ape Regina e osservarla davvero da molto vicino. Scoperta dell’organizzazione interna di una famiglia di api: i telaini, la covata, la cera, il miele, il polline. Degustazione Miele, Prodotti dell’Alveare e Tisana alle Erbe. Introduzione all’Apiterapia

  • Durata attività: 2 ore circa
  • Ritrovo: Area Sportiva di Baceno. Trasferimento a piedi presso l’Apiario Principale / Apiario del Benessere (5 minuti a piedi)

Si consiglia abbigliamento adatto all’ambiente rurale.
In caso di maltempo l’attività verrà annullata.

sphera-2024-modular-pic-nic-atmospherica-1-2

11:00 — ritrovo a Tones Teatro Natura

Modular Picnic con Atmospherica

Un progetto che guarda alla natura con la potenza e l’armonia che solo la musica sa trasmettere e punta a ridurre il proprio impatto sul pianeta con scelte sostenibili attraverso energie rinnovabili. La dimensione che si viene a creare in questo percorso di ricerca musicale e interazione con l’ambiente dipinge uno scenario dove il mondo sonoro viene condiviso con il pubblico in uno spazio accessibile. Atmospherica, nasce da un’idea di Giacomo Vanelli e Francesca Pavesi (in arte IDRA). Attraverso l’uso di sistemi modulari e sonorità Ambient, l’intento del collettivo Atmospherica è quello di portare l’ascoltatore verso un dialogo ravvicinato con il proprio io, in quella vibrazione costante e inconsapevolmente condivisa uomo e natura.

Il necessario:

  • Abbigliamento comodo
  • Scarpe da trekking comode
  • Borraccia

Come si svolgerà la giornata?

Alle ore 11.00 ritrovo a Tones Teatro Natura dove avrà inizio la passeggiata della durata di circa un’ora con punto d’arrivo Veglio, frazione ai confini del territorio comunale di Montecrestese. Uno dei nuclei abitati più antichi e svolgeva funzione di controllo all’entrata della Valle Antigorio, il toponimo deriva dalla radice latina vigilia, cioè luogo di vigilanza, testimoniato anche dalla presenza della casa torre. Le case più antiche risalgono ai secoli XIII-XIV e conservano tracce di muratura ad opus spicatum, tipica del periodo romanico; molte altre furono ricostruite nei secoli seguenti e specialmente nel XVI secolo. All’arrivo nei prati di veglio si ascolterà il concerto di ATMOSPHERICA. Al termine del concerto picnic preparato da Wood*ing Wild Food Lab e incontro con la piccola realtà agricola Runchit che racconterà la propria esperienza e il cambiamento del paesaggio cui è costretta ad affrontare. L’attività si concluderà intorno alle ore 16.00

Il prezzo è comprensivo di attività e lunch box a cura di Wood*ing Wild Food Lab.
MAX 50 posti.
In caso di maltempo il concerto e il picnic saranno ospitati all’interno dell’Oratorio San Marco.

sphera-2024-re-wilding-grounding-1-1

16:00 - 18:00

RE-WILDING: GROUNDING

Con Stefano Luca Tosoni

Togliendo le scarpe e camminando a piedi nudi per diverse ore sulla spiaggia, sulle pietre, su un prato o in un bosco, oltre ad assaporare un profondo senso di libertà, proviamo un senso straordinario di connessione con il terreno che stiamo attraversando. I muscoli dell’arco plantare, della caviglia e delle tibie acquistano un’inattesa energia e durante la giornata il corpo si carica di elettroni positivi che a contatto con il terreno, carico di particelle negative, riequilibrano la sua carica elettrostatica con conseguenti grandi benefici sullo stress, il sistema immunitario, l’umore e molto altro. Concedersi dei momenti in cui rinunciamo all’uso delle scarpe ci permetterà̀ di stabilire una relazione più autentica con l’ambiente che ci circonda, costringendoci ad avanzare con lentezza, per scegliere con attenzione dove appoggiare il piede in modo da evitare ostacoli. Abbiamo così l’opportunità̀ di scegliere il nostro percorso personale, la nostra via e, di conseguenza, prendere coscienza della nostra unicità̀ di individui.
Durante la pratica verrà chiesto ai partecipanti di togliere le scarpe e camminare liberamente nel bosco. Si tenterà così di percepire la temperatura del terreno, la ruvidezza delle pietre, il soffice volume dei muschi e dell’erba, la freschezza dei corsi d’acqua che verranno attraversati se presenti e concentrarsi sulle sensazioni che si avranno percorrendo il cammino.

Il necessario per l’attività:

  • Kway
  • Cappellino
  • Zainetto per riporre le proprie scarpe durante l’attività
  • Borraccia

Ritrovo a Tones Teatro Natura.
In caso di maltempo l’attività verrà prima rinviata di qualche ora e se impossibile recuperarla verrà annullata.

Stefano Luca Tosoni è autore, esploratore e ricercatore. Per dodici anni è stato responsabile marketing e distribuzione lavorando per l’industria dell’intrattenimento in aziende come Sony Television e Discovery Italia. Nel 2015 rivoluziona la sua vita e prospettive quando scopre Wood*ing Wild Food Lab, laboratorio scientifico impegnato sulla ricerca e sulla classificazione del cibo selvatico adatto alla nutrizione umana, diventando direttore marketing e responsabile dei progetti speciali rivolti alla divulgazione delle ricerche sulla salvaguardia delle biodiversità botaniche d’Italia e del mondo. Recentemente è uscito il suo primo libro, “Re Wild – 50 percorsi di riconnessione con la natura” che viene tradotto e distribuito in Europa, Corea del Sud e Stati Uniti. Attualmente è impegnato nella produzione di una serie televisiva in prossima uscita di cui è autore, sul rapporto tra cibo selvatico e persone in ogni angolo della terra e di un nuovo libro in uscita nel 2025.

sphera-2024-alessandro-marenzi-1-1

18:30

A che punto siamo con la transizione ecologica?

Il vicedirettore di Sky TG24 Alessandro Marenzi dialoga con le eccellenze nazionali impegnate a creare il futuro.TICKETS

43 anni, da undici a Sky, appassionato di numeri e amante delle parole, Alessandro Marenzi fa parte di quella nutrita schiera di giornalisti torinesi che si sono affermati nel panorama dei media nazionali.

L'”uomo dei numeri” approda a Sphera facendo il punto sullo scottante tema del rapporto tra sviluppo economico, sociale, industriale e ambientale,  e animando il dibattito con ospiti prestigiosi tra ambiente scientifico, politica e start- up nazionali.

I possessori dei biglietti per Carmen Consoli potranno partecipare gratuitamente.

sphera-2024-telmo-pievani-1-1

20:00

Lectio di Telmo Pievani

TICKETS

Il rinomato evoluzionista e filosofo della scienza Telmo Pievani, vincitore del prestigioso premio Chatwin, si appresta a tenere una lectio di rilevanza internazionale a Sphera. Docente di Filosofia delle Scienze Biologiche all’Università di Padova e visiting scientist presso l’American Museum of Natural History di New York, la sua presenza promette di arricchire il dibattito con prospettive uniche e di alto profilo scientifico e divulgativo.

I possessori dei biglietti per Carmen Consoli potranno partecipare gratuitamente.

sphera-2024-carmen-consoli-1-2

22:00

Concerto di Carmen Consoli

TICKETS

È stata la prima artista italiana a calcare il palco dello Stadio Olimpico di Roma, l’unica italiana a partecipare in Etiopia alle celebrazioni dell’anniversario della scomparsa di Bob Marley, si è esibita come headliner a Central Park, ha segnato 3 sold out di fila a New York, ha fondato una sua etichetta – la Narciso -, si è ispirata a Verga e alla mitologia, ha portato nelle sue canzoni anche l’arabo e il francese, è stata la prima donna nella lunga storia del Club Tenco a vincere la Targa Tenco come Miglior Album dell’anno con Elettra e la prima donna investita del ruolo di Maestro Concertatore per il Concertone della Notte della Taranta, è stata nominata Goodwill Ambassador dell’Unicef e Ambasciatrice del Telefono Rosa; è l’unica artista ad aver vinto due volte il Premio Amnesty International Italia con “Mio zio” e “L’uomo Nero”: la carriera di Carmen Consoli è costellata di primati. “Ma soprattutto Carmen è una “magnifica combinazione tra una rocker e un’intellettuale…una voce piena di dolore, compassione e forza” (Jon Parelles, New York Times). La sua discografia è stata una celebrazione di critica e pubblico, così come tutta la sua sorprendente e ricca attività live che tra teatri, Arene e Palasport, l’ha vista trionfare con formazioni sempre diverse e in panni musicali sempre nuovi, tra acustica e elettronica, tra sperimentazione e richiami costanti alla sua Sicilia. Tantissime le star internazionali che apprezzano la sua musica, da David Byrne che l’ha scelta per il suo Meltdown Festival nel 2015, a Robert Plant con cui ha condiviso il palco del Lucca Summer Festival 2022, da Peter Gabriel che l’ha voluta al Womad Festival del 2023, fino ad Elvis Costello con il quale ha condiviso una memorabile tournée ad agosto 2023.

sphera-2024-annalisa-chessa-1-1

11:00 - 12:30

Little Vegan Witch

Alla scoperta della "cucina vegetale che spacca" presentazione e Show Cooking con Annalisa Chessa @littleveganwitchTICKETS

Annalisa Chessa è la creatrice dei canali social Little Vegan Witch, con cui cerca di diffondere la sua passione per la cucina vegana e uno stile di vita sostenibile, rispettoso degli animali e dell’ambiente. Crede nella tradizione e nel cambiamento, per questo ama rivisitare i piatti tipici della cucina italiana e internazionale in chiave 100% vegetale. L’attività prevede la presentazione del suo ultimo libro “Cucina vegetale che spacca” (Gribaudo) e uno Show Cooking ispirato ai prodotti stagionali.

sphera-2024-sandro-sangiorgi-1-2

11:30 - 13:00

Porthos presenta: Viticultura eroica e nuove latitudini con Sandro Sangiorgi

TICKETS

Porthos svolge un’attività formativa volta ad acquisire una maggiore consapevolezza nel rapporto col vino, considerandolo un vero e proprio mezzo per conoscersi, oltre che una forma d’arte. Porthos è raccontato da uno dei più stimati e rinomati sommelier d’Italia, Sandro Sangiorgi. Vieni anche tu a Sphera per non perdertelo!

Sandro Sangiorgi è giornalista, scrittore e divulgatore. Dal 1978 si occupa professionalmente di vino e gastronomia, inizialmente gestendo con la famiglia un ristorante a Latina. Nel 1981 diventa Sommelier Professionista e inizia la libera professione di divulgatore enologico. Nel 1981 è secondo miglior sommelier d’Italia nel concorso per aspiranti mentre nel 1984 è il secondo miglior sommelier d’Italia al concorso per professionisti. Dal 1982 al 1991 è uno dei più richiesti relatori nei corsi dell’Associazione Italiana Sommelier. In questa fase compie stage di studio in Italia e all’estero come relatore sui vini italiani e come allievo per i vini stranieri. Nel 1986 contribuisce attivamente alla nascita dell’associazione di consumatori e appassionati Arcigola. Nel 1989 fonda, insieme con altri del nucleo Arcigola, il Movimento Internazionale Slow Food. Dal 1991 lascia l’AIS e lavora stabilmente con Slow Food diventando il principale riferimento per la didattica sul vino e su altri temi gastronomici come il caffè, il cioccolato, la birra, i distillati. I suoi corsi di degustazione sono stati organizzati in tutta Italia e frequentati da più di 15.000 persone. Tra le sedi internazionali in cui ha insegnato, spicca l’Università di Bordeaux. I suoi testi, realizzati con Egidio Fedele Dell’Oste, per la primigenia didattica Slow Food sono ancora oggi l’ossatura del manuale Il Piacere del Vino. Alla fine del 1999 lascia la parte editoriale di Slow Food e diventa editore in proprio con la rivista Porthos dedicata all’enogastronomia, che ha da subito raccolto il favore dei consumatori ai quali è principalmente indirizzata. Dal 2001 è responsabile del progetto didattico “Porthos racconta…”, in tanti anni ha già incontrato più di 20.000 persone, e sta portando per l’Italia il pensiero porthosiano, le idee della Ciurma e la cultura del vino come storia, mito, empirismo, custodia del territorio e benessere.

sphera-2024-arte-dello-gnocco-1-1

11:00 - 12:30

L'arte dello gnocco con la sagra della patata

TICKETS

Chi meglio delle Sciüre di Montecrestese può insegnare a preparare degli gnocchi perfetti? Le protagoniste indiscusse della Sagra della Patata, donne dalle mani magiche, che creano gnocchi da decenni con un prodotto locale straordinario, terranno una lezione su come fare gli gnocchi a regola d’arte.

La prima edizione della Sagra della Patata ha luogo nel 1994 su iniziativa della Banda Musicale di Montecrestese, oggi è una manifestazione di grande successo curata dalla ProLoco con ben 25.000 presenze all’anno. La semplice ed umile patata, che nel corso dei secoli ha costituito una fonte di sostentamento in questo lembo di territorio montano avverso ad altre coltivazioni, questa Sagra ha dato grande dignità al prodotto locale rendendolo protagonista delle più svariate pietanze, alcune delle quali tratte dalla tradizione ossolana. Alla semplicità di questo tubero si sono ispirati i principi morali della manifestazione: l’unione, l’amicizia e la solidarietà tra tutti i 420 volontari, guidati dall’obbiettivo di promuovere tradizioni e prodotti locali, sempre alla ricerca della qualità in ogni suo aspetto.

WOOD*ING WILD FOOD LAB con EAT YOUR HABITAT

Durante Sphera il servizio food è firmato WOOD*ING WILD FOOD LAB il primo e unico catering *Bio Generativo al mondo che, attraverso l’esplorazione di ambienti naturali incontaminati e la raccolta di ingredienti botanici selvatici invasivi e alloctoni, rende possibile la creazione di piatti e cocktail dai sapori unici contribuendo al riequilibrio degli ecosistemi.

Wood*ing, fondato nel 2010 da Valeria Margherita Mosca, è il primo e unico food lab al mondo che lavora esclusivamente sul wild food. Un laboratorio di ricerca e sperimentazione sull’utilizzo del cibo selvatico per l’alimentazione e la nutrizione umana.

sphera-2024-wwfl-eyh-1-1

Prenota i tui pasti

Camping

Nei pressi di Tones Teatro Natura e a due passi dal fiume Toce, Sphera mette a disposizione alcuni spazi tenda immersi nel verde per godersi al meglio l’atmosfera del progetto e tutte le attività in programma.

Sphera Camping Pass

Per accedere all’area campeggio ogni campeggiatore deve avere con sé il proprio pass per il campeggio. Il campeggio ha una capacità limitata, una volta esaurita non saranno ammessi campeggiatori extra. Si prega di presentare il biglietto e un documento d’identità valido all’ingresso del campeggio ogni qualvolta venga richiesto dal personale dell’organizzazione.

Il check-in presso il campeggio sarà consentito dalle 15:00 alle 20:00 di venerdì 21 giugno e dalle 10:00 alle 13:00 di sabato 22 giugno.

Il check-out dal campeggio dovrà avvenire entro le 16:00 di domenica 23 giugno.

All’interno dell’area sono presenti docce da campeggio e un bagno mobile. Si possono inoltre utilizzare i servizi più confortevoli presenti nello spazio di Tones Teatro Natura (a 2 minuti a piedi).

Il campeggio si trova nelle immediate vicinanze di Tones Teatro Natura ad Oira, frazione di Crevoladossola. se venite in macchina potrete trovare un’area riservata al parcheggio che è la stessa usata dal pubblico del festival.

Chiediamo a tutti di rispettare il luogo e di aiutarci mantenendo pulita la zona del campeggio. Ciascuno è responsabile dei rifiuti prodotti e di conferirli negli appositi bidoni predisposti nell’area dedicata. Sphera aderisce alle politiche di sostenibilità di Tones Teatro Natura. Prendi visione delle linee guida nella sezione sostenibilità.

Bottiglie di vetro e contenitori, armi, fuochi d’artificio, sostanze illegali, impianti elettrici o utensili ad alto consumo energetico. Portare bevande alcoliche nell’area del campeggio non è consentito: gli organizzatori si riservano di negare l’ingresso e/o di confiscare liquori.

Per motivi di sicurezza antincendio, chiediamo ai campeggiatori di non portare mobili in legno o componenti infiammabili simili come candele, lampade a olio e generatori elettrici a gasolio o altro propellente nell’area del campeggio. È vietato l’uso del fuoco aperto nell’area del campeggio. L’area è dotata di estintori che saranno utilizzati dal personale in caso di emergenza.

Gli organizzatori non si assumono alcuna responsabilità per beni rubati o persi, né sono responsabili per eventuali lesioni o infortuni in loco. Si prega di tenere presente che il festival è circondato da aree ripide e montuose, la prudenza è un obbligo. Tutti i minori di 18 anni devono essere accompagnati da un genitore o tutore legale.

L’acqua presente sul territorio è potabile. È consigliato portare con sé una borraccia, altrimenti potete richiederla allo staff.

E’ possibile pagare in contanti, con Satispay e con Carte di credito.

In alternativa al camping sono disponibili diverse opzioni di bed&breakfast e alberghi nelle vicinanze.

Il parcheggio si trova a pochi passi dalla cava, davanti allo stabile del Caseificio Ossolano a Oira. Superstrada > uscita Oira > prendere strada parallela al Caseificio Ossolano.